Skip to content Skip to footer

Vic Firth

ALESSANDRO GRAZIANI

NOME: Alessandro
COGNOME: Graziani
NICK NAME: Alez
LA TUA COLAZIONE: Capuccino e brioche trangugiati di corsa per accompagnare i figli a scuola!
CHE STRUMENTO SUONI: Batteria, percussioni latino americane e classiche, pianoforte, chitarra e due note DUE con il basso :)
COSA AVRESTI VOLUTO SUONARE DA PICCOLO: Ho sempre sognato la batteria, ma da piccolo ho dovuto sottostare al volere dei miei genitori che insistevano per il pianoforte… non che io abbia fatto male… in fondo in fondo anche quello si percuote…
UNA COSA CHE AMI: Leggere un buon libro, ascoltando buona musica, sorseggiando vino e fumando buon tabacco
UNA COSA CHE ODI: L’invadenza

LE TRE CANZONI PIU’ BELLE DEL MONDO:
“Scegliere delle canzoni rispetto ad altre è sempre un processo difficile, siamo sempre legati a dei brani che magari hanno fatto da “colonna sonora” a dei momenti speciali della nostra vita, oppure che ci hanno colpito particolarmente, o più semplicemente perché ci rimangono in testa per giorni e giorni. Comunque, dovendone scegliere TRE, partirei con il sound funkettoso di I Wish (Stevie Wonder), seguito da Moby Dick (Led Zeppelin) con il leggendario solo di Bonham, ed infine Hoppípolla (Sigur Ros) che ha il potere di avvolgerti e trascinarti con lei in viaggio.”

LA PIU’ BRUTTA:
“Le canzoni non sono MAI brutte, sono sempre frutto di esperienza di vita vissuta e narrata dal punto di vista artistico dell’autore e meritano quindi d’essere ascoltate per potervi entrare dentro e lasciarsi pervadere, con il massimo rispetto…ma……dico, ma….Fiumi di parole dei Jalisse penso possa essere annotata tra quelle meno riuscite dell’intero genere umano!”

Endorser per: